Home
  • Home
  • Donato Sabia, l’Atletica in lutto

Donato Sabia, l’Atletica in lutto

8 Aprile 2020 Sport


Donato Sabia, è morto questa mattina all’ospedale “San Carlo” di Potenza, a causa del coronavirus, l’ex mezzofondista azzurro e presidente regionale Fidal della Basilicata.

Aveva solamente 56 anni ed era ricoverato al San Carlo da alcuni giorni in terapia intensiva dopo la perdita del padre, anch’egli vittima del Covid-19.

Una notizia drammatica scuote l’atletica italiana in un periodo già difficile per il Paese“. Queste le parole della Fidal sul suo sito, dopo che si è diffusa la notizia della scomparsa di Sabia.

L’atleta è stato due volte finalista olimpico nei 800 metri piani, a Los Angeles e a Seul, finendo rispettivamente quinto e settimo.

Nel 1984 vince la medaglia d’oro agli Europei indoor di Gotebord negli 800. E’ stato primatista mondiale sui 500 metri con il tempo di 1’00″08, stabilito a Busto Arsizio il 26 maggio 1984 e rimasto imbattuto per circa 29 anni. Deteneva la terza prestazione italiana di tutti i tempi negli 800 metri – con 1’43″88 – dietro a Marcello Fiasconaro e Andrea Longo. Aveva fatto, inoltre, l’undicesima prestazione italiana assoluta sui 400 metri, con 45″73.

Vogliamo ricordare Donato Sabia, questo campione dal talento straordinario, segnando un’epoca, quella dell’atletica leggera con questo video:

Clicca qui.

Condividi su:

, ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *