Home
  • Home
  • COVID: NUOVE MISURE ANTI CONTAGIO!

COVID: NUOVE MISURE ANTI CONTAGIO!

16 Ottobre 2020 News


È stato firmato il nuovo Dpcm dal presidente del consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro della salute, Roberto Speranza. Il decreto prevede le nuove misure anti Covid che saranno valide fino a 30 giorni.

Le misure previste non servono solo come indicazioni per migliorare le nostre azioni di prevenzione, bensì sottolineano il nostro obbligo di adempimento alle norme, pena lo stato peggiorativo della salute del paese.

Cosa prevede il decreto?

DIVIETO DI FESTE PRIVATE: la raccomandazione che viene fatta è quella di evitare categoricamente le feste, sia al chiuso che all’aperto. Non sono previste “riunioni festive” comprendenti più di sei amici non conviventi. Oltre alle feste, anche ristoranti e bar dovranno chiudere allo scoccare della mezzanotte, con un divieto ulteriore di consumazione non al tavolo oltre le 21.00. La consumazione ai tavoli, al contrario, sarà garantita sia al chiuso che all’aperto fino alle 24.00. Restano chiuse discoteche e sale da ballo, mentre sono concesse fiere e congressi.

SCUOLA: divieto di gite scolastiche! Si cerca di evitare gli spostamenti non necessari come quelli dettati dalle gite scolastiche. Annessi e connessi gli sport promossi dalle associazioni scolastiche che possono prevedere o incrementare il contatto altrui.

OBBLIGO DI MASCHERINE: tornano anche loro, anche se non se ne sono mai andate. L’obbligo si fa più intenso rispetto alla stagione estiva, decretando l’obbligo della mascherina sia in luoghi aperti che chiusi garantendo una situazione di isolamento rispetto a persone che non sono classificati come conviventi. Sono esenti dall’obbligo coloro che fanno sport, nel momento in cui fanno sport, i bambini sotto i sei anni, i soggetti con disabilità e problemi patologici non inerenti al virus. Si incentiva all’uso della mascherina anche all’interno della propria abitazione in presenza di persone che non sono conviventi.

CINEMA E SPETTACOLI: resta il vincolo già presente ovvero, limit di 200 partecipanti al chiuso e 1000 all’aperto, mantenendo la distanza di un metro l’uno dall’altro con assegnazione dei posti a sedere. Inoltre sono sospesi quegli eventi che implicano assembramenti.

STADI: per quanto riguarda le competizioni sportive la percentuale del pubblico ammesso è del 15% rispetto alla capienza totale restituita dalla struttura di riferimento. Va inoltre garantita e tutelata la distanza di sicurezza e misurazione della temperatura all’ingresso.

Non si può ancora parlare di fuori pericolo o di situazione stabile. Bisogna essere cauti, tutelare, prevenire e rispettare tutte le norme che sono state dettate che sono state impartite. La responsabilità delle nostre azioni va pesata accuratamente per tutelare la salute del nostro paese.

Condividi su:

, , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *