Home
  • Home
  • Primo Mondiale di calcio per ragazzi con sindrome di down. Vince l’Italia

Primo Mondiale di calcio per ragazzi con sindrome di down. Vince l’Italia

20 aprile 2017 Calcio Sport


Una soddisfazione per la squadra calcio, per i tecnici e soprattutto il Bel Paese: gli Azzurri della Fisdir, Federazione Italiana Disabilità Intellettivo Relazionale, vincono il Mondiale di calcio 5. I ragazzi italiani affetti dalla sindrome di down sono da oggi Campioni del Mondo. “Che bello vedervi vincere il Mondiale” ha commentato uno dei tecnici della squadra di calcio. Che bello vedere esultare i giovani campioni negli spogliatoi dopo tanto sacrificio e lavoro.

L’ITALIA DEL CALCIO A 5 CAMPIONE DEL MONDO

Primo mondiale vinto per i ragazzi della squadra azzurra affetti da sindrme di down. Il Mondiale FIFDS, ovvero International Football Federation for People with Down Syndrome, si è in Portogallo ed ha avuto inizio sabato, 8 aprile, per concludersi lo scorso sabato, 15 aprile. In gara le nazionali di giovani con sindrome down del Portogallo, del Brasile, Messico, Sud Africa e dell’Italia.

A salire sul podio è la squadra degli Azzurri che, non solo ha battuto i padroni di casa portoghesi con un 4 a 1, ma è stata multi premiata. Campioni del Mondo e incoronati anche per aver avuto il miglior portiere, Francesco Leocata, e il miglior marcatore, Riccardo Piggio, con ben 7 reti di cui solo 3 fatte durante la finale.

GLI AZZURRI CAMPIONI DEL MONDO: ECCO I NOMI

Ecco i nomi dei componenti della squadra di calcio a 5, giovani sportivi con sindrome di down che con determinazione e tanto lavoro sono riusciti a portate l’Italia sullo scranno più alto del podio, e sono: Francesco Leocata, Marco Fasanella, Luca Magagna, Davide Vignando, Cristian Palaia, Simone Di Giovanni, Carmelo Messina, Marco Sfreddo, Matteo Simoni, Riccardo Piggio, Amedeo Alessi, Luca Casciotti.

LA COMMOZIONE DELL’ALLENATORE

Tra i più entusiasta, senza dubbio, c’è l’allenatore degli Azzurri, Roberto Signoretto, che ha rilasciato un’intervista al giornale SportTorino in cui elogia i suoi ragazzi e spera che questa vittoria ampli il successo di questa manifestazione: “Ogni ragazzo è un mondo a sé e la stessa cosa va spiegata diversamente a seconda del giocatore con cui si ha a che fare. Con il tempo si impara a conoscerli, a capire i loro segnali non verbali. Ci si rende conto che non è così diverso rispetto ad allenare i normodotati e regala soddisfazioni enormi”.

La gioia della vittoria arriva anche per gli altri due allenatori Gianluca Oldani e Edoardo Scopigno: “Vincere il mondiale è stata la classica ciliegina sulla torta, un’emozione immensa, ma soprattutto un evento che garantirà l’ulteriore sviluppo del nostro settore calcistico riservato ad atleti con sindrome di Down. I ragazzi sono stati magnifici, il gruppo unito fin da subito alla ricerca di un risultato importante, che ci eravamo prefissati alla vigilia e che siamo riusciti con forza a raggiungere. Sono orgoglioso dei miei ragazzi”.

Un grande plauso ai ragazzi Azzurri che rendono tutti noi orgogliosi di loro.

Condividi su:

, ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *