On Air
Ottavo Programma Trancy melodies and beats from USA.
Home
  • Home
  • Musicisti, maestri e parolieri: street sound degli Ars Nova

Musicisti, maestri e parolieri: street sound degli Ars Nova

20 febbraio 2017 Band emergenti Musica & News


Musicisti di strada di una bravura imbarazzante. Di quella bravura che, passeggiando per il centro storico di Napoli, cuore pulsante della città, ti trovi ad ascoltare un live a costo zero da perdere il fiato. Lo spettacolo è quello degli Ars Nova che spesso si esibiscono il fine settimana tra Piazza del Gesù e via Toledo. Regalano gratis ai passanti la loro bravura, mettono il loro talento alla mercè del popolo.

ARS NOVA: MUSICA DEL POPOLO

La loro filosofia è profonda e umile: l’arte in quanto tale deve essere condivisa con la gente e per questo motivo il loro palcoscenico è la piazza e i vicoli del centro storico, lì dove sono nati i sei musicisti di Ars Nova. Una musica allegra e travolgente ma non banale, anzi, intrisa di tradizione e memoria tutto con un sound folk.

Nelle note degli Ars Nova c’è tutto il meridione: troviamo Napoli e la sua musica classica, c’è la Puglia con la pizzica, la Sicilia e le serenate, la Calabria delle tarantelle. Oltre confine si arriva anche alla musica balcanica e al rebetiko greco.

QUANDO NASCE LA BAND

Ars Nova è la musica folk del centro storico di Napoli da dove provengono i sei musicisti della band, nata nel 2009. Il gruppo nasce con i tre fondatori: Marcello Squillante alla fisarmonica, Antonino Anastasia, ai tamburi a cornice e Vincenzo Racioppi, al mandolino e charango. Successivamente si aggiunti Michelangelo Nusco al violino, Bruno Belardi al contrabbasso e Carlo Guarino, alla voce e chitarra, il quale sostituisce il precedente cantante Joy Napolitano, voce del gruppo fino al 2014.

Talentuosi e pluripremiati, partecipano per tre anni di fila al Ferrara Buskers Festival vincendo il contest prima nel 2012 nella categoria Accreditati, e poi nel 2013 nella categoria Invitati
.
Partecipano al programma “On the road” su Skyarte con Joe Bastianich.

Musicisti anche del Ballarò Buskers Festival 2016, la Kermesse internazionale degli artisti di strada, che nei tre giorni di ottobre ridona nuova luce e tonalità ad uno dei quartieri più degradati di Palermo.

CHI FATICA SE MORE E FAMME

Questo è il loro primo album ufficiale, perché tre sono quelli ufficiosi autoprodotti. In questo disco vengono racchiusi i 15 pezzi che più rappresentano la storia degli Ars Nova, facendo un excursus dei loro 8 anni di carriera.

Chi Fatica se more e famme è sì una autobiografia in cui il gruppo si racconta ma è anche il racconto della storia dei loro maestri o anche solo di chi ha insegnato loro qualcosa lungo il cammino. Questo album è la sintesi del tutto: “Chi lavora se more e famm è la viva testimonianza in note delle culture del Mediterraneo, dei vicoli stretti di Napoli, dove il sole riesce a portare luce a fatica, ma che riscalda ed allontana dalle inquietudini del mondo contemporaneo“.

Per chi volesse ascoltare live il giovane gruppo degli Ars Nova, giovedì 23 febbraio può trovarli al Kestè in Largo San Giovanni Massimo Pignatelli a Napoli.

Per ascoltarli e contattarli:

pagina fb: https://www.facebook.com/ArsNovaNapoli/

sito: http://www.arsnovanapoli.it/ .

Condividi su:

, , , , ,

Comments

  1. Cristina Grazioli   On   21 febbraio 2017 at 21:13

    Ho conosciuto il gruppo ai suoi esordi nella suggestiva location di Marina Grande a Sorrento,sono stata conquistata dalla loro musica travolgente che mi ha coinvolto tanto da ballare sfrenatamente infischiandomi della mia nordica incapacità nella tarantella!
    Continuo a seguirli fiera dei loro progressi e grata del loro impegno nel diffondere la tradizione musicale del meridione! Bravi ragazzi!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *