On Air
Ottavo Programma Trancy melodies and beats from USA.
Home
  • Home
  • Mostre e incontri d’arte a Milano: That’s contemporary il progetto web tutto rosa

Mostre e incontri d’arte a Milano: That’s contemporary il progetto web tutto rosa

13 marzo 2017 Arte Mostre


Viso pulito e giovane, mente sagace e piena di idee: sono Francesca Baglietto e Giulia Restifo le due ideatrici e fondatrici del progetto tutto in rosa, ‘That’s contemporary’. Al team si sono aggiunti: Andrea Amato, art director, Press That’s, news editor ed Elisabetta Rastelli, editorial contributor. Una squadra di giovani che ha pensato ad una formula semplice e contemporanea: unire l’arte con il web.

Nasce così, nel 2012, That’s contemporary, una piattaforma web interamente dedicata all’arte di Milano e dintorni. Dietro c’è una crew di esperti che curano, progettano, organizzano mostre dove sono coinvolti circa 60 spazi tra aziende, fondazioni e gallerie. Il portfolio è amplio e le ambizioni di crescita anche: si investe in performance d’arte e servizi del settore. Inoltre i giovani, al passo con i tempi, aggiornano le informazioni attraverso una applicazione per Android: la That’s App che resta a portata di cellulare.

WEB E ARTE IN THAT’S CONTEMPORARY

That’s contemporary pubblica interviste ad artisti, curatori e creativi su Hideout. Dal 2015 è partnership con FARE, gestisce AIR – artinresidence, network di residenze d’arte.

Sono sviluppati progetti a metà strada tra la pratica artistica e un uso creativo delle tecnologie e dei meccanismi della comunicazione. Cura i contenuti e l’identità visiva dei prodotti editoriali digitali e cartacei e produce eventi collaborando con artisti, curatori, grafici e informatici in partnership con istituzioni culturali.

That’s contemporary vince gli European Design Award nel 2012 e il premio per la cultura e l’educazione App4Mi sponsorizzato dal Comune di Milano e la Fondazione Corriere delle Sera nel 2013. Ha, inoltre, ricevuto supporto da Regione Lombardia dal 2014 e ha vinto il bando Funder35 di Fondazione Cariplo dal 2015 con il progetto Art In Network in partnership con l’associazione The Blank di Bergamo.

RACCOLTA FONDI SU BEART

È questo un progetto open source che per crescere ha bisogno di sostegno, per questo approda sulla piattaforma BeART, la quale promuove eventi artistici e investe nel rilancio di giovani artisti emergenti. Per ampliare i sogni futuri, That’s contemporary partecipa alla raccolta fondi via web: ad oggi ha 30 sostenitori per un totale di 3 mila euro raccolti. Mancano ancora 19 giorni per il termine della raccolta.

Io e Martina ci siamo conosciute, neanche a farlo apposta, in una galleria d’arte e da lì abbiamo avuto l’idea di far conoscere di più questo mondo. Aggettivi come elitario e di nicchia non ci piacciono. Il digitale ha fatto il resto ed è oggi uno strumento fondamentale nel nostro lavoro di promozione” spiega Giulia che parla del futuro del loro progetto,volendo organizzare cene a casa degli artisti per rendere l’arte sempre più informale e vicina alle persone, abbattendo quell’aurea di elitè di cui spesso si circondava.

Condividi su:

, , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *