On Air
18esimo Programma Only posh music for your ears.
Home
  • Home
  • Laura Dimitri, giovane cantante emergente pugliese.

Laura Dimitri, giovane cantante emergente pugliese.

4 novembre 2016 Band emergenti


lauradimitri1

Continua il nostro tour alla “scoperta” dei musicisti emergenti. Questa volta siamo in Puglia. Vi assicuriamo che è un viaggio bellissimo, che ci porta a contatto con realtà fatte di passione, talento e tanta forza di volontà. Ma, soprattutto, di amore puro e sincero per la musica.

Oggi vi parliamo di Laura Dimitri, che è stato un piacere incontrare. Laura, è una di quelle cantautrici e interpreti che hanno fatto la gavetta, per davvero.  Ha iniziato con rassegne canore, poi feste di paese e tanti live, finché cantare è diventata una professione che le ha permesso di fare qualche esperienza televisiva e di collaborare con artisti internazionali come ad esempio Lucia Mendez.

Ecco le nostre curiosità.

Laura, sei una cantante che ha studiato molto e ancora continua a farlo, qual è l’esperienza formativa che più ha contribuito alla tua carriera?

Sicuramente gli stage presso il C.E.T. di Mogol che hanno contribuito a farmi capire quanto fosse importante per me fare qualcosa di mio, quanto fosse importante scrivere.

Così nel 2014 ho esordito con il singolo “L’immenso è da domani” scritto e composto con Ezio Scarciglia e arrangiato da Andrea e Paolo Amati, determinanti per  il mio percorso artistico.

Ho collaborato anche col maestro Daniele Marcelli sul  brano “La Prepotenza”, esibendomi con l’orchestra presso il teatro Giordano di Foggia.

Invece, col brano “Chi siamo” ho vinto un contest e ho potuto prendere parte alla prestigiosa manifestazione MEI di Faenza. Tutti questi piccoli risultati sono stati uno stimolo per continuare a lavorare al mio album in uscita e a credere di più in me stessa.

lauradimitri2

Scrivi da sola i testi delle tue canzoni?

Non sempre. La maggior parte dei miei pezzi nasce dalla collaborazione con Ezio Scarciglia, un sodalizio che dura da svariati anni. Facciamo un lavoro di squadra, siamo complementari.

Qual è la tua maggiore fonte di ispirazione?

Mi piace osservare la quotidianità, i nostri conflitti interiori e il mondo che ci circonda. Mi affascina l’intimità dell’essere umano,. Per questo molti dei miei testi sono introspettivi, raccontano di sensazioni e stati d’animo che il più delle volte ignoriamo, quasi per proteggerci, ma che prima o poi siamo costretti ad affrontare per imparare a stare bene con noi stessi e con gli altri.

E gli artisti che ascolti e che stimi?

Mi viene subito in mente Malika Ayane,  un’interprete interessante,  e  Giorgia per le sue grandi capacità vocali.  Altrettanto interessante è  il modo di scrivere di Max Gazzè, Tiziano Ferro, Bersani, Giuliano Sangiorgi e Gaetano Curreri, autori sicuramente diversi tra di loro ma tutti di gran spessore.

Hai un sogno nel cassetto?

 Ne avrei più di qualcuno,  per la verità… per esempio mi piacerebbe molto poter interpretare un brano scritto appositamente per me da Gaetano Curreri o Giuliano Sangiorgi o anche solo duettare con loro. Magari, se sono fortunata leggeranno questa intervista e chissà …. mi piace sognare “in grande”.

lauradimitri3Cosa dovrebbe fare, secondo te, il mercato della musica italiana per valorizzare i giovani musicisti emergenti?

Innanzitutto cambiare atteggiamento. A mio modesto parere oggi si pensa più a seguire dei modelli e/o delle mode lasciando poco spazio al contenuto e più alla forma.

Laura, che progetti hai per il futuro?

Terminare il disco ed organizzare un piccolo tour promozionale, fatto a regola d’arte.

Ascoltatela qui: https://www.youtube.com/watch?v=UWn0kwUXTxo

 

Condividi su:

, ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *